CASO CUCCHI: CODACONS INTERVIENE A DIFESA DI CASAMASSIMA. PRONTI A RICORSO AL TAR CONTRO TRASFERIMENTO

Il Codacons è pronto a difendere legalmente il carabiniere Riccardo Casamassima, ingiustamente sottoposto a trasferimento per aver testimoniato nel processo per la morte di Stefano Cucchi.

“Siamo pronti a presentare un ricorso al Tar contro l’Arma dei Carabinieri allo scopo di annullare il provvedimento di trasferimento che appare una punizione ingiustificata e illegale – spiega il presidente Carlo Rienzi – Non entriamo nel merito della vicenda penale, ma dal punto di vista amministrativo l’allontanamento di Casamassima è un atto abnorme e contrario alle norme: il trasferimento, infatti, doveva essere disposto nei confronti dei suoi superiori e dei colleghi coinvolti nel processo, e non di chi ha fatto solo il proprio dovere raccontando i fatti così come si sono verificati”.

Per tale motivo il Codacons offre assistenza legale al carabinieri allo scopo di intentare un ricorso al Tar contro l’Arma e ottenere sia la sospensione del trasferimento, sia l’allontanamento dei superiori e dei colleghi di Casamassima coinvolti nel caso Cucchi.