La Legislatura è finita. Fatuzzo (Partito Pensionati), al voto entro l’anno

Questo Parlamento ha esaurito abbondantemente il suo ruolo. Forse sarebbe stato opportuno che fosse sciolto e la parola, finalmente, dopo anni, fosse data al popolo italiano. C’è ancora chi si ostina a tenere in vita questa legislatura, per giungere alla sua scadenza naturale , e per sostenere questa presunta necessità, tira in ballo, lo “ Ius Soli “ e la “Legge elettorale” .Il Partito Pensionati ritiene che i partiti, hanno avuto anni, per affrontare queste due leggi che, se veramente rivestivano l’importanza che ora qualcuno vuole attribuirgli, potevano essere affrontate tranquillamente , ne hanno avuto tutto il tempo – così ha dichiarato il segretario nazionale del Partito Pensionati, Carlo Fatuzzo – Sciogliere il Parlamento e voto entro il corrente anno. Sarebbe cosa giusta e saggia, eviterebbe , non fosse altro, un ulteriore deterioramento del quadro politico – ha rimarcato Fatuzzo – La legge elettorale? C’è quella in vigore. Se è un obbrobrio , perché non l’hanno cambiata , avendone avuto tutto il tempo? Il Partito Pensionati ritiene che l’attuale”legge elettorale” , è preferibile ad una legge fatta “in corsa” , con il rischio che diventi una legge non di tutti, ma di alcuni .La Legge elettorale è cosa seria ed importante e richiede un accordo, il più ampio possibile ed il contributo di tutti. Un nuovo Parlamento, con l’autorevolezza che gli deriverebbe dall’essere espressione del popolo italiano, farebbe bene al Paese, e sarebbe un forte segnale di vitalità e di democrazia , che darebbe nuovo e più determinato vigore e credibilità all’azione del prossimo Governo, espressione di un quadro politico, scaturito dalle urne.