Regionali 2018/ Lorenzo Baldazzi , un giovane a servizio della gente

Abituati a sentir dire che i giovani sono distanti e distinti dalla politica non possiamo far altro che essere lieti nel segnalare delle positive eccezioni; tra queste figura senza dubbio Lorenzo Baldazzi, 22 anni, giovane consigliere comunale di maggioranza a Capena. Eletto alle ultime amministrative nella lista ‘Futuro Adesso’ composta da diversi gruppi politici (PD + liste civiche), al momento ha assunto la delega alle Politiche giovanili e Sport.

E’ espressione di un elettorato giovane con tante idee innovative. Alle elezioni regionali del Lazio del 4 marzo sarà candidato in quota ai Verdi all’interno della lista ‘Insieme con Zingaretti’ (che vede presenti anche Area Civica e Socialisti). Spinti da curiosità, abbiamo pensato di intervistarlo e lui ha risposta dando subito la massima disponibilità.

Quali sono i temi principali che intende affrontare in campagna elettorale e gli obiettivi che perseguirà in caso di elezione alla Regione Lazio?

In regione ci sono alcune emergenze che non possono essere ignorate perché incidono pesantemente sullo stato sociale e la vivibilità pubblica – dice in premessa. Andiamo per ordine. Bisogna mettere un freno all’abusivismo edilizio, che in Lazio registra percentuali insopportabili, investendo invece nella valorizzazione e nella riqualificazione del territorio. Si dovrà avere maggiore attenzione verso le aree agricole e la loro tutela, recuperare l’interesse soprattutto dei giovani verso attività collegate alla coltivazione dei campi. Penso a piccole imprese agricole, società di trasformazione dei prodotti della terra, con un occhio di riguardo verso le colture biologiche; è un comparto in espansione, che può creare occupazione e nel contempo frenare il fenomeno preoccupante dell’eccessiva urbanizzazione di vaste aree del territorio regionale. Altro problema particolarmente sentito è quello della gestione delle risorse idriche, che deve rimanere in mano pubblica, nel rispetto di quanto sancito da un referendum popolare. L’acqua svolge funzione sociale e deve essere garantita a tutti e a costi sostenibili”.

Lei al Comune è espressione di una maggioranza di centro sinistra, essendo stato eletto in una lista civica all’interno di una coalizione che vedeva rappresentato anche il PD e alla Regione appoggerà la candidatura del presidente Zingaretti. Ci spieghi i motivi della scelta

Si tratta di una scelta di coerenza, in linea di continuità con il mandato ricevuto dagli elettori di Capena- dice l’intervistato. Il presidente Zingaretti ha lavorato bene finora ed a Capena abbiamo potuto toccare con mano i benefici della sua azione politica; abbiamo sempre trovato riscontro nelle istanze presentate all’amministrazione da lui gestita e lo sentiamo vicino al nostro territorio”.

E i rapporti con l’amministrazione capitolina?

Senza voler entrare in polemica, con Roma città metropolitana il rapporto è profondamente differente. Dall’amministrazione Raggi non abbiamo ricevuto le risposte che meritavamo ed il dialogo con loro è particolarmente difficile”.

Parole chiare in un linguaggio comprensibile e senza fronzoli; è la nuova frontiera della politica, che parla alla gente e tra la gente. Lorenzo Baldazzi rappresenta bene questo nuovo corso, dal volto umano.