Cori: approvato il rendiconto 2018

Il Consiglio comunale di Cori del 17 Maggio ha approvato il rendiconto consuntivo per l’esercizio finanziario 2018. “Il documento dimostra un miglioramento rispetto all’anno precedente” – spiegano l’Assessore al Bilancio Simonetta Imperia e il Sindaco Mauro De Lillis che ne ne mettono in evidenza anche i punti salienti.

A cominciare dal miglioramento del disavanzo – recuperati 570.000 euro – oltre la quota di accantonamento annuale prevista per legge (200.000 euro). La pulizia dei residui attivi si è concretizzata con l’eliminazione di 1.100.000 euro di crediti incagliati nel bilancio perché valutati di dubbia esigibilità. Infine l’aumento della percentuale di riscossione dei crediti tributari mantenuti in bilancio, passata dal 9% al 13,7% che, in termini assoluti, significa che il Comune di Cori ha incassato in conto residui 300.000 euro in più rispetto al 2017. E l’aumento della percentuale di riscossione delle entrate tributarie di competenza, salita dal 72% al 76%, che concretamente ha significato incassare altri 300.000 in più rispetto al 2017.
“È il segnale di una inversione di tendenza che sottintende un lavoro costante e puntuale sul versante delle entrate tributarie.
È evidente che molto deve essere ancora fatto – commentano i due amministratori –  A tutto ciò deve essere aggiunta una grande azione, forte, di verità, sull’efficientamento ed ottimizzazione del patrimonio immobiliare della città. Il Comune di Cori non può più permettersi la gestione dell’attuale, immenso, patrimonio immobiliare che ha. Al contrario deve concentrare le proprie risorse su poche strutture, mantenerle bene, far ruotare intorno ad esse tutte le attività culturali, sociali, ricreative e il resto deve alienarlo o metterlo a reddito. Ci vorrà del tempo per realizzare  un piano valorizzazione del patrimonio comunale che possa incidere strutturalmente sul bilancio e migliorarne le sue condizioni” – chiosando con una citazione di Attilio Spinelli: “La via da percorrere non è facile, ma deve essere percorsa. Questo è il compito che aspetta a noi tutti”