CCIAA Roma – Tempio di Adriano: “M’illumino d’impresa – Premio Idea Innovativa”

Le imprese femminili a Roma e provincia sono 93.753 al 30 settembre 2014, una quota che è pari al 19,9% del totale delle imprese presenti sul territorio (470mila). Il settore che vanta il maggior numero di imprese femminili è quello del commercio con 28.510 unità pari al 30,4% del totale delle imprese in rosa. Seguono i settori di “alloggio e ristorazione” con 8.580 imprese e 9,2% del totale, poi “servizi di supporto alle imprese” con 5.600 imprese pari al 6% del totale e “costruzioni” con 5.144 imprese e una percentuale del 5,5% del totale.

Le imprese femminili, seppur con serie difficoltà, tengono testa alla crisi. I dati dimostrano che le aziende in “rosa” continuano a crescere nonostante la grave congiuntura economica che colpisce, ormai da anni, il nostro sistema produttivo. Negli ultimi sei mesi, a Roma e provincia, le imprese femminili sono aumentate di 1.160 unità ovvero con un tasso di variazione del +1,3% in linea con quello generale che è pari a un +1,4%.

“L’imprenditoria femminile – afferma il Presidente della Camera di Commercio di Roma, Giancarlo Cremonesi – rappresenta, anche in questa perdurante fase di crisi economica, una componente vitale e strategica del tessuto produttivo locale e nazionale. I dati ci dicono che, nel nostro territorio, le imprese rosa continuano ad aumentare, e questo lo dobbiamo al coraggio e alla passione di tante donne impegnate, quotidianamente, a favore del benessere della comunità economica e sociale”.

Questi i dati principali emersi dall’Osservatorio dell’Imprenditoria femminile della CCIAA di Roma e dei quali si è discusso oggi durante il convegno “M’illumino d’impresa – Premio Idea Innovativa” organizzato dalla Camera di Commercio di Roma e dal suo Comitato per la promozione dell’imprenditorialità femminile.

L’evento è stato l’occasione per fare il punto sugli obiettivi raggiunti dal Comitato per la Promozione dell’Imprenditorialità femminile della CCIAA di Roma e per presentare i diversi progetti promossi recentemente, premiando contestualmente le cinque migliori idee e dunque le relative imprese vincitrici della terza edizione del bando Premio Idea Innovativa, la nuova imprenditorialità al femminileistituito dalla CCIAA di Roma, in collaborazione con il Comitato. Questi i vincitori: Antonella De Simone per il progetto Centostorie (settore Commercio); Carla Delfino per il progetto Scappatopo (settore Industria), Maria Diana per il progetto Gioielli contemporanei in 3D (settore Artigianato), Grazia Amici per l’idea “Easy milk & cheese” (settore Agricoltura) ed Eleonora Ferrari e Flavia Antonino per il loro progetto Loveats  (settore Servizi). Alle vincitrici spetta un premio fino a un massimo di 5mila euro per la realizzazione del proprio progetto imprenditoriale. Il premio è costituito, per ciascuna impresa vincitrice, da un contributo in conto capitale pari al 50% delle spese riconosciute ammissibili.

“Aiutare e valorizzare uno stile  imprenditoriale in rosa è, da sempre, una delle linee guida del Comitato per l’Imprenditorialità femminile, organismo che mi onoro di presiedere. Anche  in questi anni di grandi difficoltà economiche e sociali – sottolinea Alberta Parissi, Presidente del Comitato per la Promozione dell’Imprenditorialità Femminile della CCIAA di Roma – abbiamo continuato a svolgere la nostra attività a supporto delle aziende femminili esistenti e di quelle in start-up con una convinzione condivisa che è quella di stare attente non solo al mercato e alla crescita economica, ma anche al miglioramento della qualità della vita e dell’ambiente in cui viviamo”.