Codacons replica ai tassisti: a Termini auto bianche introvabili

Il Codacons replica ai tassisti della capitale che, attraverso una lettera a firma di Loreno Bittarelli (3570) pubblicata sul Corriere della sera, hanno giustificato l’assenza di taxi presso la stazione Termini con l’inadeguatezza del parcheggio riservato alle auto bianche.
Più volte nel corso degli ultimi anni abbiamo documentato e denunciato le file chilometriche di utenti in attesa di un taxi che si creano fuori dalla più importante stazione ferroviaria d’Italia – spiega il Codacons – Una vergogna che non trova giustificazione nelle parole di Bittarelli, secondo cui il disservizio sarebbe causato dal mercato regolamentato e dall’assenza di un adeguato parcheggio per i taxi.
Se i tassisti vogliono liberalizzare il mercato e avere turni e tariffe libere, devono allora accettare la concorrenza degli Ncc e di Uber – prosegue l’associazione – In caso contrario devono garantire la continuità del servizio in tutta la città e il Comune deve verificare il rigoroso rispetto di turni e presenze affinché non si debba più assistere a scene vergognose come le lunghe code a Termini.