COMUNE DI FONTE NUOVA (ROMA). DE LIETO (LI.SI.PO.), RICHIESTA LA ISTITUZIONE DI UN UFFICIO DI POLIZIA

Il Segretario Generale del Libero Sindacato di Polizia (LI.SI.PO.), Antonio de Lieto, nell’ambito delle proprie competenze a seguito di verifiche, approfondimenti e di ulteriori valutazioni urgenti,  alcune delle quali avvenute anche attraverso confronti istituzionali con il Sindaco del comune di Fonte Nuova  Piero PRESUTTI, il Consigliere Comunale Maurizio GUCCINI e il  delegato al controllo del territorio, appartenente al Sindacato Comparto Sicurezza e Difesa Antonio LOTIERZOha inviato una proposta al Sindaco ed al Presidente del Consiglio comunale del Comune di Fonte Nuova, per conoscenza al Signor Prefetto e Questore di Roma, nonché ai massimi vertici del Ministero dell’Interno, per richiedere di valutare di avviare le fasi procedurali dirette ad Istituire sul territorio un Ufficio della Polizia di Stato.

Di seguito si riporta integralmente la nota:

“Il Comune di Fonte Nuova, situato nella provincia di Roma, ha una estensione territoriale di circa 20 km quadrati. La popolazione è costituita da 32.917 cittadini regolarmente residenti, di cui 6.198 risultano essere di origine straniera. Come in ogni altro comune d’Italia, si ha la sensazione che ivi gravitano anche un imprecisato numero di stranieri irregolari.  Particolare da non sottacere è che questo Comune è situato alle porte del più noto quartiere San Basilio di Roma, tristemente noto alle cronache per l’alta densità delinquenziale. Dipendente dal Comune, è presente un Comando di Polizia locale , costituito da 15 unità, delle quali, uno solo, assume la qualifica di Ufficiale di Polizia Giudiziaria. Con riferimento agli eventi criminali, la popolazione come primo riferimento fa capo alla Stazione Carabinieri di Mentana (Roma) , distante dal comune di  Fonte Nuova circa cinque chilometri.  GLI INDICI DI CRIMINALITA’ in questa parte della provincia di Roma si stanno evidenziando in modo molto negativo, tanto da generare un forte allarme nella popolazione.  ALCUNI DATI CHE SONO NOTI ALLE CRONACHE Anno 2015: delitti totali 730, dei quali, 360 di carattere predatorio ( furti ) + cinque rapine. Anno 2016: delitti totali 608, dei quali, 314 di carattere predatorio ( furti ) + sei rapine. Anno 2017:  ( si forniscono dati parziali, riconducibili al 31 luglio del 2017, che confermano l’innalzamento dei fatti reati e un quadro preoccupante ) delitti totali 379, dei quali, 201 di carattere predatorio ( furti ) + sette rapine. Per quanto concerne l’anno 2018, l’allarme sta riguardando un preoccupante e diffuso spaccio di sostanze stupefacenti che, secondo quanto può apprendersi attraverso notizie dai media, al riguardo si sarebbero già concretizzate numerose denunce. Premesso quanto sopra, è parere di questa compagine sindacale Libero Sindacato di Polizia LI.SI.PO. che il comune di Fonte Nuova debba essere difeso dagli attuali attacchi delinquenziali. Non è possibile assolutamente consentire un tale clima in città. Bisogna reagire con adeguate forme di tutela a favore dei cittadini, partendo da un’esatta fotografia delle infiltrazioni criminali. Vi è, a giudizio del LI.SI.PO., la necessità che lo Stato risponda immediatamente e con una adeguata fermezza per impedire il persistere, per il futuro della città, di una aggressione criminosa insistente, a partire da un  rafforzamento dei dispositivi di controllo del territorio.

LA PROPOSTA: L’Amministrazione Comunale vorrà valutare di avviare le fasi procedurali dirette ad Istituire sul territorio un Ufficio della Polizia di Stato, rivolgendosi agli interlocutori Istituzionali del competente Ministero dell’Interno, nel contempo deliberando sul progetto,  facendosi carico delle spese in via continuativa, derivanti dall’utilizzo di un immobile che ne diventi sede, a garanzia di una presenza attiva e di servizi di Polizia sul territorio di Fonte Nuova”.