DE LIETO LI.SI.PO.: NECESSITA’ DI ADEGUAMENTI NORMATIVI URGENTI SULLA LEGITTIMA DIFESA

L’altro Ieri notte due ladri si sono introdotti  in una rivendita di gomme a Monte San Savino (Arezzo). Il titolare, che dormiva nell’azienda proprio per prevenire eventuali furti, tenuto conto che in passato in pochi mesi ne avrebbe subito 38, svegliatosi per i rumori, avrebbe esploso alcuni colpi di pistola provocando la morte di uno dei presunti ladri. Sull’accaduto il Segretario Generale del Libero Sindacato di Polizia (LI.SI.PO.), Antonio de Lieto ha dichiarato – chiunque si introduce  nell’altrui  proprietà o  adiacenze di essa,  è consapevole  del pericolo  che corre. Troppi reati, troppe violenze ai danni dei cittadini. Delinquenti  disposti a tutto, entrano nelle  case, nelle attività commerciali, rubano, picchiano, distruggono e qualche volte uccidono. Il LI.SI.PO. si interroga:  qual’ è lo stato d’animo di un cittadino che  vede nel  suo alloggio o attività commerciale che sia,  malintenzionati pronti a tutto ?    Basta un movimento, un gesto, per provocare la reazione delle vittime, laddove sono in grado di  reagire, con conseguenze imprevedibili. Troppi delinquenti – ha continuato de Lieto – colpiscono cittadini onesti e rimangono impuniti, mentre  le vittime, gli aggrediti, troppe volte, in base alle inadeguate leggi esistenti, vengono indagati e, in molti casi, condannati. I Giudici applicano la legge. Ed  è per questo che è  indispensabile modificare le norme che riguardano la “legittima difesa”, tutelando maggiormente  i cittadini e tutte le altre vittime  di  aggressioni. A giudizio del LI.SI.PO. – ha concluso il Segretario Generale del Libero Sindacato di Polizia – se dei  delinquenti entrano in casa o nella propria azienda  per rubare, rapinare ecc. mettendo a repentaglio l’incolumità  di una o più persone, la “legittima  difesa” dovrebbe essere riconosciuta, sempre e comunque, nella maniera più ampia  possibile, in qualsiasi ora del giorno e della notte.