Fiano Romano: SICURI sulla STRADA

Al via il progetto “SICURI sulla STRADA”, che verrà illustrato nel dettaglio dal Sindaco Ottorino FERILLI, dal Comandante della Polizia Locale Fabrizio Arpino e da personale esperto in codice della strada, martedì 18 novembre alle ore 17:00 presso la “ Sala Conferenze” del Castello Ducale di Fiano Romano. A breve terminerà la prima fase sperimentale, che ha visto il corpo della Polizia Locale impegnato nello studio del territorio, nella rilevazione delle strade particolarmente pericolose, nel sopralluogo per l’individuazione dei posti per l’installazione di dissuasori della velocità cosiddetti Velo BOX. Per la fase sperimentale, sono state prese in considerazione, inoltre, le segnalazioni pervenute direttamente dai cittadini per alta velocità.        Nel 2013 si sono registrati in Italia 181.227 incidenti stradali con lesioni a persone. Il numero dei morti (entro il 30° giorno) ammonta a 3.385, quello dei feriti a 257.421 | Dati ISTAT

Il progetto SICURI sulla STRADA si basa sull’installazione di dissuasori di velocità a cabina, visibili agli automobilisti, cosiddetti Velo BOX, che segnalano agli automobilisti i limiti di velocità della strada e possono fungere da semplice dissuasore oppure, alloggiando al proprio interno le apparecchiature di rilevazione della velocità, avere la funzione di  “autovelox”.

«Credo che lavorare sul controllo, e quindi sul fattore di deterrenza contro l’alta velocità» afferma il Sindaco Ottorino Ferilli «sia oltremodo importante e Sicuri sulla Strada, unito ai progetti didattici che ogni anno portiamo a scuola – di recente Strade Sicure 2014 – raggiungerà lo scopo principale in tempi brevi».

Il Progetto L’attività progettuale si articola nelle seguenti fasi:

I°  FASE: studio ed analisi dei limiti di velocità sostenuta dai veicoli in genere nel percorrere i tronchi stradali di questo Comune, con informativa alla cittadinanza e a tutti gli Enti preposti Prefettura, Ministero, ecc.

  1. Analisi del Territorio – Studio e monitoraggio del traffico
  2. Campagna Multimediale conoscitiva di presentazione del Progetto
  3. Gestione Operativa su strada, analisi dinamica dei risultati coordinamento e condivisione
  4. Gestione impatto sociale, feedback utenza, sensibilizzazione cittadinanza e media.
  5. Presentazione dei risultati

II ° FASE: attività di prevenzione ed eventuale attività repressiva attraverso l’installazione, su appositi basamenti, di dissuasori in alluminio ad alta visibilità per il controllo/rilevamento delle velocità sostenute, attraverso il sistema “ Velo BOX” attività questa gestita in completa autonomia del Corpo di Polizia Locale.

  1. Dissuasione /prevenzione delle condotte illecite in tema di velocità
  2. Dissuasione/ prevenzione e  sanzionamento delle condotte pericolose sulla strada.
  3. Attività di comunicazione e di organizzazione di supporto al progetto.

La Polizia Municipale metterà in funzione, con il rilevatore, una cabina alla volta, sanzionando chi non si attiene alle regole del codice della strada. I Velo Box sono visibili anche di notte mediante l’emissione di un segnale luminoso intermittente. Mediante apparecchiature radar, in entrambi i sensi di marcia, sarà possibile l’acquisizione di dati (velocità, data, ora del passaggio dei veicoli) utili al fine di redigere statistiche reali sulla pericolosità dei tratti stradali nelle diverse fasce orarie della giornata. Un nuovo ed innovativo metodo già diffuso in altri paesi e province (dove si registrano già risultati positivi in termini di abbattimento dell’incidentalità).

«Il servizio sarà espletato nel rispetto delle norme vigenti e di eventuali direttive e osservazioni  della Prefettura competente per territorio» ha dichiarato il Comandante della P.L. Fabrizio Arpino, in una nota esplicativa inviata al Prefetto di Roma.