FIRENZE, POLIZIOTTO SI TOGGLIE LA VITA. DE LIETO LI.SI.PO.: AUSPICABILE UN POOL DI PSICOLOGI A STRETTO CONTATTO CON GLI OPERATORI DI POLIZIA

Un poliziotto è stato trovato morto nel proprio alloggio di servizio situato nel complesso “Il Magnifico” edificio in cui alloggiano le forze dell’ordine a Firenze. Secondo quando riportato da alcuni organi di stampa, l’Agente della Polizia di Stato, si sarebbe suicidato sparandosi con la pistola di ordinanza. Il Segretario Generale del Libero Sindacato di Polizia LI.SI.PO. Antonio de Lieto ha dichiarato: “Il LI.SI.PO. tutto si unisce all’immenso dolore della famiglia del poliziotto che si è tolto la vita. Purtroppo amaramente siamo costretti a registrare  l’ennesimo  suicidio di un operato di Polizia. Il problema suicidi nella Polizia di Stato A giudizio del LI.SI.PO. – ha continuato de Lieto – impongono a tutti una lunga riflessione, tanti sono stati i drammatici episodi che si sono riscontrati nel tempo, non è più rinviabile una strategia finalizzata a prevenire qualsiasi atto inconsulto. A parere del Libero Sindacato di Polizia (LI.SI.PO.), bisogna fare tutti gli sforzi affinché, vi sia una assistenza adeguata alle necessità di tutti gli operatori di Polizia che ogni giorno al servizio della collettività impiegano un ingente quantitativo di energie non solo fisiche ma anche e soprattutto mentali. Il LI.SI.PO. – ha concluso de Lieto – auspica un pool di psicologi a stretto contatto con gli operatori di Polizia, in modo tale, da intervenire per tempo su qualsiasi situazione sospetta che l’appartenete alle Forze dell’Ordine sta vivendo, assicurando allo stesso il necessario supporto al fine di evitare il verificarsi di qualsiasi atto drammatico”.