Formazione e lavoro, siglata convenzione tirocini per ragazzi disabili con la Federazione Italiana Sport Equestri

Al via la convenzione per lo svolgimento di tirocini professionali per ragazzi diversamente abili, siglata tra il Dipartimento Turismo, Formazione Professionale e Lavoro di Roma Capitale e la Federazione Italiana Sport Equestri (FISE). Focus dell’intesa, la predisposizione di percorsi formativi pensati per una conoscenza diretta della dimensione occupazionale, attraverso una valorizzazione di risorse che tanto possono dare al mondo del lavoro. Il tutto, nel contesto delle strutture della FISE, da sempre impegnata in attività di rilievo sociale in virtù del binomio benessere-sport.

Quella siglata con la Federazione Italiana Sport Equestri è una convenzione preziosa, dai molteplici risvolti. L’inserimento socio-professionale dei disabili è un’opportunità che viene data, in primo luogo, alle imprese, che possono valersi di un capitale umano dal valore aggiunto sorprendente. All’aspetto strettamente lavorativo, si coniuga la priorità etica in termini di responsabilità sociale, che abbiamo il dovere e l’onore di portare a compimento. C’è di più: la dimensione della FISE, che abbraccia lo sport, l’ambiente e la valorizzazione territoriale, impatta significativamente su un turismo di nicchia sempre più importante: quello pensato per gli amanti dell’equitazione, e in generale per quanti beneficiano a vario titolo delle attività con animali e all’aria aperta”, dichiara Carlo Cafarotti, Assessore allo Sviluppo economico, Turismo e Lavoro di Roma Capitale.

In tal senso, obiettivo comune di Roma Capitale e FISE è anche quello di potenziare gli eventi ippici in programma nella capitale, come il concorso internazionale di Piazza di Siena a Villa Borghese, e “Cavalli a Roma”, in calendario a Nuova Fiera di Roma dal 15 al 17 febbraio prossimi.

Con questa iniziativa – ha commentato il presidente FISE Marco Di Paola – la nostra Federazione è ancora una volta insieme a Roma Capitale nell’ambito di progetti rivolti a chi ha diverse abilità. Del resto, lo abbiamo più volte sottolineato, quello della responsabilità sociale è uno dei compiti cui deve assolvere il mondo dello sport. Ringrazio per la grande disponibilità l’Assessore allo Sviluppo Economico, Turismo e Lavoro di Roma Capitale, Carlo Cafarotti che ha con grande interesse condiviso con noi la pianificazione di questo progetto rivolto alla collettività”.

 

Grazie a questo progetto parteciperò a eventi incredibili che regalano tante emozioni. Amo il cavallo perché è elegante e ha carattere, devi capirlo, bisogna saperlo ascoltare”, commenta infine Edoardo Capitani, giovane appassionato di sport equestri attualmente impegnato in un tirocinio in FISE.