Grazie al Progetto IUS sono stati 50 i laureandi ammessi al tirocinio aziendale e ben 32 hanno poi trovato un lavoro

Risultati più che soddisfacenti questa mattina al Tempio di Adriano si è svolto il convegno finale del Progetto IUS – Imprese, Università, Studenti: interessi in comune, realizzato dall’IRFI, Azienda speciale della CCIAA di Roma e che ha permesso a 50 laureandi della Rete SOUL, il primo sistema universitario pubblico e gratuito di placement e orientamento al lavoro, selezionati sulla base dei loro curricula e dell’aderenza del percorso di studi alle necessità delle imprese, di svolgere un periodo di tirocinio di 4 mesi nelle imprese di Roma e provincia, finalizzato allo sviluppo della loro tesi di laurea su una tematica concreta e reale dell’impresa.

Al termine del tirocinio è stata assicurata agli studenti una borsa di studio corrisposta dall’IRFI, l’Istituto Romano per la Formazione Imprenditoriale, grazie al sostegno della Camera di Commercio di Roma per una quota pari all’80% e dall’impresa ospitante per il restante 20%. Il progetto è stato svolto in collaborazione con il sistema della rappresentanza associativa del territorio (CNA Roma, Confartigianato Imprese Roma, Confesercenti Roma , Coldiretti Roma, Unindustria) e l’Intesa SOUL (Sistema Orientamento Università Lavoro). Obiettivo principale è stato quello di avvicinare gli studenti e le Università al mondo delle imprese, favorendo l’incontro del mondo accademico con il sistema imprenditoriale quindi tra domanda e offerta di lavoro.

Questi i risultati principali dell’iniziativa: le candidature sono state circa 4mila e i candidati selezionati dalle aziende sono stati più di 250. I 50 tirocini previsti da progetto sono stati tutti attivati e tutti si sono conclusi positivamente: 32 laureandi su 50, grazie al tirocinio svolto, sono stati inseriti nelle strutture ospitanti tramite diverse forme di collaborazione lavorativa. Ben il 64% dei tirocinanti ha ricevuto al termine del tirocinio una proposta di collaborazione da parte dell’ente ospitante.

L’incrocio tra domanda e offerta è stato possibile grazie ad un’area dedicata ospitata sul portale Jobsoul.it, che vanta più di 9mila aziende e oltre 127mila utenti iscritti. Le aziende che hanno richiesto di aderire al Progetto IUS e hanno espresso la volontà di accogliere stagisti all’interno della propria struttura sono state 120 (il progetto ne aveva previste inizialmente 50).

Dal monitoraggio effettuato è emerso un alto livello di soddisfazione da parte di tutti i partecipanti, sia rispetto alle aspettative sia riguardo all’efficacia del progetto.

Le Associazioni di Categoria partner del progetto, collaborando con l’IRFI, hanno partecipato attivamente alla campagna informativa che ha preceduto l’avvio del progetto coinvolgendo le imprese del territorio e fornendo la massima attenzione alle esigenze emerse durante lo svolgimento dei percorsi di tirocinio attivati.
Per l’intera durata dell’iniziativa l’IRFI ha messo a disposizione un servizio di assistenza gestionale che ha accompagnato gli studenti e le aziende al fine di raggiungere gli obiettivi previsti dal progetto.