NUOVE RISORSE PER LA PROCREAZIONE MEDICALMENTE ASSISTITA

Approvate le linee di indirizzo per l’utilizzo del Fondo per le tecniche di procreazione medicalmente assistita da ripartire tra i centri pubblici di PMA per favorire l’accesso alle cure.

Il Fondo è pari a circa 4,3 milioni di euro così ripartiti:

  • oltre 1,5 milioni di euro per l’ospedale Pertini,
  • 840 mila euro per l’ospedale San Filippo Neri,
  • circa 700 mila euro per il Policlinico Umberto I,
  • 635 mila euro per il Sant’Anna,
  • 300 mila euro per il San Camillo
  • 277 mila euro per l’ospedale Goretti di Latina.

Una quota del fondo sarà inoltre destinata per la progettazione e sviluppo di campagne informative sul tema.

“Negli ultimi anni il numero delle coppie con problemi di infertilità è cresciuto notevolmente. L’infertilità rappresenta una problematica di interesse sanitario e sociale – parole di Alessio D’Amato, assessore alla Sanità e l’Integrazione Sociosanitaria, che ha aggiunto: dobbiamo assicurare alle coppie tutto il supporto, l’assistenza e i trattamenti necessari secondo le modalità più appropriate. Abbiamo dunque ritenuto necessario lo stanziamento di questo fondo per rimuovere gli ostacoli, e migliorare i tempi di assistenza facilitando così l’accesso alle tecniche di procreazione medicalmente assistita nei centri pubblici della nostra Regione”- ha detto ancora D’Amato.