ROMA, INCIDENTE METRO B: CODACONS PRESENTA DENUNCIA PER CONCORSO IN LESIONI GRAVI

Dopo l’ennesimo incidente ai danni di una passeggera della metro B capitolina, trascinata per metri dopo essere rimasta incastrata tra le porte, il Codacons è pronto a chiedere il sequestro dell’intera linea metropolitana, e presenta un esposto in Procura.
“È di tutta evidenza che i vagoni della metro non possono viaggiare a porte aperte, e i sistemi di sicurezza dovrebbero impedire la ripartenza dei treni se le porte non sono ermeticamente chiuse – spiega il presidente Carlo Rienzi – Qualcosa non ha funzionato e non è la prima volta che si registrano incidenti simili nella capitale. Per tale motivo abbiamo deciso di presentare oggi stesso un esposto alla Procura della Repubblica di Roma, in cui chiediamo di aprire un’indagine nei confronti dell’Atac e di tutti i soggetti che saranno ritenuti responsabili alla luce della possibile ipotesi di concorso in lesioni gravissime”.
“Alla magistratura chiediamo di verificare il corretto funzionamento dei sistemi di sicurezza montati sulla linea B della metropolitana, e la manutenzione che viene eseguita sugli stessi – prosegue Rienzi – Siamo inoltre pronti a chiedere il sequestro dell’intera linea B qualora non sia garantita adeguata sicurezza ai passeggeri”.